Hooper > Social Media Marketing > Come trovare nuovi clienti su Facebook

Come trovare nuovi
clienti su Facebook

Le 3 regole che devi assolutamente conoscere per trasformare i tuoi followers in clienti reali

Tempo di lettura previsto

3 min
Ieri abbiamo parlato del pubblico, di quanto sia importante targettizzarlo e di come individuare le community giuste a cui proporre i nostri prodotti.
Oggi parliamo di un aspetto altrettanto importante: il messaggio

Secondo Marshall McLuhan, sociologo canadese di fama internazionale, il medium è il messaggio. Tranquillo! Non voglio annoiarti con lunghe nozioni accademiche, voglio solo farti notare quanto sia vera questa affermazione.

REGOLA NUMERO 2

Scrivi il messaggio giusto, nel posto giusto e al momento giusto

Scrivi il messaggio giusto

Facciamo un esempioa me piacciono così tanto – poniamo il caso tu abbia un ristorante in città e ti piacerebbe promuoverlo a livello provinciale. Quale canale migliore di Facebook per farlo? Le strade sono due: una giusta ed una sbagliata. Iniziamo da quella sbagliata, domani parleremo di quella giusta.

Non taggare tutti i tuoi amici in un post

  1. Apro la mia pagina Facebook, anzi no, meglio, apro il mio profilo personale;
  2. Carico la foto del mio logo, in bassa o in alta risoluzione non importa;
  3. Taggo, uno per uno, tutti i miei amici di Facebook.

Cosa otterrai facendo così?

  • Rimozione dai contatti: perché sai, non è bello avere la bacheca personale intasata da foto pubblicitarie;
  • Segnalazione a Facebook: perché un tag non richiesto è molto fastidioso e, se trovi quello con la luna storta, non ci penserà nemmeno un secondo a segnalarti a Facebook;
  • Cattiva pubblicità che è forse la cosa peggiore: perchè ok la perdita di qualche amico, ok il ban di Facebook ma la cattiva pubblicità no. Da quella non si torna più indietro.

In questo modo, ogni volta che pubblicherai dei contenuti – anche di qualità – nessuno ti seguirà più. I tuoi followers ti avranno già etichettato come spammatore seriale.

…nel posto giusto

Ogni canale ha il suo linguaggio e se vuoi ottenere dei risultati devi rispettare delle regole ben precise.
Torniamo al nostro esempio. Per pubblicizzare il tuo ristorante, hai ben pensato di proporre ai tuoi clienti un’offerta speciale: ogni primo sabato del mese, il tuo famoso menù degustazione, verrà venduto ad un prezzo scontato. Vediamo insieme cosa non fare:

Non scrivere troppo, usa le immagini

  • Chiamo il grafico,  che poi non è proprio un grafico ma mio cugino quello che sa usare il computer;
  • Gli chiedo di impaginare velocemente una locandina con scritto: Ogni primo sabato del mese ve la diamo gratis…la pasta.” Lasciando stare il messaggio,  – che farebbe impallidire chiunque dotato di buon senso – il canale non è sicuramente quello giusto. Una locandina porta risultati se affissa su un muro. Su Facebook il pubblico cerca emozioni, cerca immagini evocative che fanno pregustare l’esperienza.

…al momento giusto

Lo Sapevi che ci sono ore ben precise per pubblicare un post su Facebook?
Sapevi che ci sono giorni migliori e giorni peggiori?
Sapevi che ci sono articoli che è meglio pubblicare nei weekend?
Può sembrare strano ma è proprio così. Ecco cosa non dovresti mai fare.

Controlla l’orologio

  1. Postare le foto dei tuoi succulenti piatti alle 8.00 del mattino: chi mangerebbe pollo arrosto alle 8 del mattino? Ok, a parte Claudio
  2. E non dovresti nemmeno pubblicizzare il pranzo della domenica di martedì: meglio farlo il giovedì o il sabato.

Ogni volta che posti qualcosa pensa che più tempo dai ai tuoi fan per riflettere meno risultati otterrai.

Domani pubblicherò le soluzioni alle domande di oggi.
Impareremo a pubblicare il messaggio giusto, nel posto giusto e al momento giusto.

Continua a seguirci, qui, su facebook o su google+.
Entra a far parte del nostro team di #VeriBusinessmen.

By |2017-03-01T16:51:03+00:0001 Marzo 2017|Categories: Social Media Marketing|Tags: |

About the Author:

Divoratrice compulsiva di libri, dilapido tutte le mie finanze su Amazon. Sono un po’ fissata con la pianificazione, uso una tabella excel anche per fare la spesa.

Leave A Comment